Osservatorio Astronomico Sormano - Sormano (CO) Italy

L'orbita della Luna è un'ellisse di cui la Terra, dalla famosa legge di Keplero, occupa uno dei due fuochi con la conseguenza che a volte il nostro Satellite sarà più vicino a noi nel punto definito PERIGEO a circa 356.000 km,  mentre all'APOGEO,  massima distanza si troverà a poco più di 406.000 km.
La possibile coincidenza di una Luna Piena in prossimità delle opposte posizioni determinerà quindi un diametro apparente diverso per  chi la osserva dal nostro Pianeta.
Questa differenza è solo del 14 per cento misurandone il diametro ma si traduce in una differenza di luminosità del 30 per cento.
Visivamente è quasi impossibile accorgersi della differenza del diametro ma  si potrà senz'altro notare  una notte più “chiara del solito” quando avremo una Luna Piena al Perigeo.

Lo scorso anno, il 28 settembre 2015, si verificò una condizione ottimale proprio in occasione di un eclissi di Luna e si parlò di un supereclissi ( http://www.osservatoriosormano.it/newsdett/225/Super-eclissi-di-Luna ).
La scorsa settimana, il 14 novembre, un altra simile coincidenza di posizione e fase lunare, ha scatenato i media con supernotizie dedicate alla SuperLuna. Tra poco più di un'anno, il 2 gennaio 2018, si ripeterà nuovamente la superluna. Non è quindi un fenomeno così raro.

Per finire, se escludiamo il caso  estremo di minima  distanza, la Luna Piena si verifica ogni 27 gg circa in infinite  posizioni di media distanza lungo la sua orbita, rendendo così ancor più difficile una valutazione visiva della variazione del diametro del disco lunare se non con metodi  scientifici o confronti fotografici ( http://www.osservatoriosormano.it/newsdett/85/Super-Luna-nel-week-end ).
Per questo vi invitiamo tutte le volte possibili ad osservare il sorgere della Luna Piena lasciandovi trascinare dalle emozioni   anche se non sarà una pubblicizzatissima “superluna”.

La foto a fianco è stata scattata dal “belvedere” della Colma di Sormano, in prossimità dell' Osservatorio,  la sera della “superluna” con un piccolo teleobiettivo. Si era appena aperto uno squarcio tra le nuvole con gli ultimi vapori in dissoluzione sulla Grignetta e la Luna assumeva  una  forte dominante calda a causa della pesante umidità nell’aria.

Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie.

Maggiori Informazioni chiudi