Osservatorio Astronomico Sormano - Sormano (CO) Italy

La 2017 K2 (PANSTARRS) è una nuova cometa scoperta il 21 maggio dalla "Sky Survey" PANSTARRS (Panoramic Survey Telescope & Rapid Response System) un sistema di monitoraggio del cielo che impiega due telescopi da 1.8 metri, situati all'Osservatorio di Halaekala nelle isole Hawaii. Il progetto, nato da una collaborazione tra diversi enti di ricerca scientifica tra cui l'Istituto per l'Astronomia delle Hawaii e il celebre (MIT) Massachusetts Institute of Technology, è finanziato in gran parte con fondi dell' United States Air Force tanto che parte del tempo osservativo dei due telescopi viene utilizzato per scopi militari.

Da quando ha iniziato la sua attività nel 2010, PANSTARRS ha scoperto moltissimi oggetti di tipo NEO (Near Earth Objects) nonché diverse comete.
Quest'ultima in ordine di tempo sembra particolarmente interessante dato che nel corso dei prossimi anni potrebbe diventare un oggetto estremamente brillante.

Quando si parla di comete tuttavia il condizionale e' d'obbligo; Non sarebbe la prima volta che le aspettative vengano completamente disattese.

Fede Paronelli (1893-1944), una delle pochissime "astronome" italiane della prima meta' del ventesimo secolo, in suo libro parla di "queste stelle con la coda" come di "capricciose farfalle dello spazio".

Più recentemente l'astrofilo David Levy co-scopritore di numerose comete negli anni ottanta/novanta del secolo scorso, tra cui la famosa Shomakery-Levy 9 che nel luglio del 1992 precipitò su Giove, in una recente ntervista ha affermato che le comete sono come i gatti... oltre ad avere una coda si comportano come loro piu' aggrada.

Per tornare alla 2017 K2, i dati al momento disponibili sono ancora troppo pochi e frammentari per tentare di giungere a qualunque tipo di conclusione. Non si sa ad esempio quale tipo di orbita stia seguendo la cometa (se un'ellisse o una parabola) né si conosce l'esatta data e distanza del suo passaggio al perielio (il punto più vicino al Sole).

Secondo calcoli preliminari eseguiti in questi giorni a Sormano, sulla base alle poche osservazioni disponibili (tra cui le nostre del 12 giugno), la cometa si troverebbe su di un orbita ellittica molto allungata che la porterebbe a giungere, nei primi mesi del 2023, ad una minima distanza dal Sole pari a 1.8 Unita' Astronomiche . Questo valore, che corrisponde a circa 250 milioni di Km., porrebbe quindi il perielio della cometa, poco oltre l'orbita di Marte.
Ma come detto e' ancora presto per tirare le somme quindi non ci resta che armarci di pazienza e... sperare in un bellissimo spettacolo.

L'immagine mostra la cometa tra le stelle del Drago evidenziata dai due trattini, Attualmente “brilla” di magnitudine 19.

PROSSIMO APPUNTAMENTO

BOLLETTINO ASTRONOMICO

Scarica il Bollettino Astronomico mensile a cura del Liceo Galilei di Erba

SOLE IN REALTIME

Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie.

Maggiori Informazioni chiudi