Osservatorio Astronomico Sormano

Localita' Colma del Piano - 22030 Sormano (CO) Italy


Osservatorio Logo 25anni
Foto header Osservatorio Sormano
<< Torna alla galleria
NGC 2403: La banalità di essere unici
pubblicato il: 15 febbraio 2013
Le galassie a spirale sono sicuramente la tipologia più famosa e maggiormente diffusa nell’immaginario comune. Il pensiero di una gigantesca “girandola cosmica”, composta da miliardi di stelle, è molto ben radicato nelle nostre menti, al punto che spesso queste figure possono apparirci monotone, ripetitive, quasi banali. Ma è davvero così? Assolutamente no!

Ogni singolo astro che si trova al di sopra delle nostre teste ha una sua storia da raccontare, diversa da quella di qualunque altro; di conseguenza, persino tra queste “banali” e apparentemente identiche spirali è facile imbattersi in oggetti singolari e con un passato ricco di curiosità e aneddoti. Un esempio è costituito da NGC 2403, una galassia situata nella costellazione della Giraffa, a nord-ovest del Grande Carro. Trattandosi di un oggetto discretamente luminoso (la sua magnitudine è inferiore a 9) e situato in una regione priva di stelle particolarmente brillanti, esso può essere individuato anche con il semplice ausilio di un buon binocolo. NGC 2403 (chiamata anche C7) non appartiene al nostro Gruppo Locale ma al cosiddetto Gruppo di M81: si tratta di un insieme di 34 galassie visibili in direzione dell’Orsa Maggiore, tra le quali spicca particolarmente la Galassia di Bode (catalogata con il nome di M81, da cui il nome del Gruppo).

L’esatta collocazione di NGC 2403 costituisce una delle curiosità che la riguardano: scoperta nel 1788 dall’anglo-tedesco William Herschel, questa galassia fu ritenuta a lungo una delle più vicine alla nostra Via Lattea, con una distanza stimata di circa 8000 anni luce; osservazioni più accurate, tuttavia, attestarono che la reale distanza che ci separa ammonta a ben 8 milioni di anni luce.

NGC 2403 è una spirale molto speciale, poiché le sue zone centrali sono ricche di stelle molto giovani e calde e al tempo stesso di nebulose che contribuiscono in maniera determinante ai processi che portano alla nascita di nuovi astri. Si tratta di un fatto molto raro in quanto il nucleo delle galassie è solitamente abitato da stelle molto vecchie mentre i processi di formazione stellare avvengono prevalentemente nelle regioni più esterne.

NGC 2403 è inoltre famosa per essere stata la prima galassia al di fuori del Gruppo Locale nella quale sono state individuate delle Cefeidi, ossia particolari stelle la cui luminosità varia nel tempo: esse sono importanti in astronomia, perché possono essere usate per determinare le distanze di ammassi stellari e di galassie.

Ecco perché dicevamo che ogni galassia a spirale, per quanto simile, è una realtà a sé, completamente diversa dalle altre e si svela a noi attraverso un percorso ogni volta unico e singolare.