Osservatorio Astronomico Sormano

Localita' Colma del Piano - 22030 Sormano (CO) Italy


Osservatorio Logo 25anni
Foto header Osservatorio Sormano
C2017 K2  la cometa del secolo ?
La 2017 K2 (PANSTARRS) è una nuova cometa scoperta il 21 maggio dalla "Sky Survey" PANSTARRS (Panoramic Survey Telescope & Rapid Response System) un sistema di monitoraggio del cielo che impiega due telescopi da 1.8 metri, situati all'Osservatorio di Halaekala nelle isole Hawaii. Il progetto, nato da una collaborazione tra diversi enti di ricerca scientifica tra cui l'Istituto per l'Astronomia delle Hawaii e il celebre (MIT) Massachusetts Institute of Technology, è finanziato in gran parte con fondi dell' United States Air Force...
L'anticoda della cometa Johnson
Il cielo di questi primi mesi del 2017 è stato davvero ricco di comete: abbiamo avuto nell’ordine la 2P/Encke, la 41P/Giacobini-Tuttle, la 45P/Honda e la ER61 PanSTARRS (si vedano in proposito gli altri articoli presenti nella sezione news). Le cose migliori, però, in queste ultime settimane ce le sta riservando la cometa meno famosa e in un certo qual senso più “sottovalutata” del gruppo: la C/2015 V2 Johnson. Scoperta due anni fa dall’astronomo Jess Johnson come un piccolo e anonimo puntino di magnitudine superiore a 17, la V2 ha iniziato...
Supernova da record in una galassia da record
Quando si parla di osservazione di supernove, il terreno di caccia ideale è sicuramente la galassia NGC 6946. Conosciuta anche con il nome di Fireworks Galaxy (Galassia Fuochi d’Artificio) e situata al confine tra le costellazioni del Cigno e del Cefeo ad una distanza di circa 20 milioni di anni luce, la NGC6946 è da considerarsi come una vera e propria miniera d’oro per tutti gli appassionati di queste esplosioni stellari; essa detiene infatti il record tra le galassie all’interno della quale è stato finora...
In memoria di Giovanni Bignami (1944-2017)
Cercavano ET, hanno scoperto le nuvole”: era questa l’idea di fondo dell’ultimo articolo di divulgazione scientifica a cui stava lavorando Giovanni Bignami. Un’espressione molto ironica per raccontare di come Carl Sagan, dovendo verificare il corretto funzionamento degli strumenti scientifici della sonda Galileo sviluppati per captare eventuali segnali extraterrestri, decise di testarli puntandoli verso la nostra Terra; un’operazione assolutamente banale, ma che rivelò misteriose emissioni luminose che la cui natura tenne...
M33, una girandola fioccosa
Nell’osservazione del cielo sono solitamente le nebulose a dare un tocco di colore e vivacità alle riprese fotografiche che vengono effettuate. Basti pensare alle pennellate rosse con cui è dipinta la Testa di Cavallo, all’equilibrio di rosa e azzurro presenti in M42 o nel Velo del Cigno, alle tonalità di blu della Iris o alle spruzzate di giallo e arancione della Ring Nebula. Purtroppo, possiamo osservare soltanto le nebulose presenti nella nostra Via Lattea: essendo infatti delle “semplici” nubi di gas e di polveri esse non emettono luce propria, ma...
Una nursery a forma di pellicano
Nella foto accanto è raffigurato uno splendido dettaglio della Pelican Nebula, la Nebulosa Pellicano, così chiamata per via della peculiare forma che ricorda il becco dell’omonimo uccello più facilmente identificabile nella foto a corredo in BN a largo campo, unitamente alla famosa Nord America. Insieme costituiscono forse l'area di cielo più fotografata dagli astrofili non solo a causa del loro aspetto curioso ma anche per la posizione strategica in cui si trovano facilmente localizzabile grazie a Deneb, la stella più luminosa della costellazione del Cigno...
ABELL 39, una gigantesca planetaria
La morte di una stella è un evento altamente spettacolare; le modalità in cui questa avviene variano a seconda delle dimensioni dell’astro. Quando una stella di massa compresa tra 0,8 e 4 volte quella Sole giunge al termine della sua vita, essa espelle i suoi strati più esterni nello spazio; il suo nucleo e gli strati interni, invece, iniziano a contrarsi sotto l’azione dell’elevatissima forza di gravità dando vita ad una nana bianca attorno alla quale si raccoglie una nube costituita dal materiale eiettato precedentemente: essa è ciò...
La stella fuggitiva di una nebulosa fiammeggiante
Immaginiamo di essere degli esploratori del medioevo e di esserci smarriti in pieno oceano in mezzo ad acque sconosciute, circondati dal nulla; come potremmo orientarci e ritrovare la rotta verso casa, vista l’ovvia assenza di GPS o di qualunque altro sistema di navigazione satellitare? La risposta è semplice: ci si può orientare in base alla posizione delle stelle fisse. Già, le chiamiamo stelle fisse, perché (a meno dei movimenti apparenti dovuti ai moti di rotazione e di rivoluzione terrestre) rimangono sempre ferme nel cielo, senza spostarsi né mutare...
Grande Giove !
Nel sistema solare esiste un mondo così grande che potrebbe contenere oltre 1’300 pianeti grandi come la Terra  (vedi Foto 1); lassù si concentra oltre il 70% della massa non solare del nostro sistema che attrae con estrema intensità tutto ciò che gli passa accanto: infatti possiede oltre 60 satelliti ed una corte di parecchie centinaia di migliaia di piccoli asteroidi nei 2 punti lagrangiani a 60° dal pianeta (detti asteroidi greci o troiani a secondo se lo precedono o seguono  lungo l’orbita).  Là i compleanni avvengono con una...
Moon dogs
Il trittico è completato: diciannove mesi dopo avere immortalato i fedeli amici del Sole (si veda questa news), e quattro mesi dopo avere ripreso anche l’alone lunare (si veda questa news) il 20 giugno 2016 esattamente al Solstizio, finalmente anche la Luna ha mostrato i suoi cagnolini, ovvero due macchie luminose diametralmente opposte alla Luna alla distanza di una spanna (22° per la precisione).I cani della Luna, detti anche paraseleni, sono un fenomeno assai raro che si verifca in condizioni particolari di umidità e temperatura con nubi/cirri in alta quota (5-10 km)....
Onde gravitazionali
La gravità è una delle quattro interazioni fondamentali (le altre sono la nucleare debole, elettromagnetica e la nucleare forte), è quella più debole e che interviene solo su scala macroscopica e determina la forma e i moti sulla Terra e nell’universo (si veda l’approfondimento a questo link: Per tutti i bosoni). La teoria che meglio descrive la gravità è la teoria della relatività di Einstein, In base alla quale si può pensare alla gravità come una conseguenza della curvatura dello spazio-tempo (un modello matematico che...