Osservatorio Astronomico Sormano

Localita' Colma del Piano - 22030 Sormano (CO) Italy


Osservatorio Logo 25anni
Foto header Osservatorio Sormano
La stella fuggitiva di una nebulosa fiammeggiante
Immaginiamo di essere degli esploratori del medioevo e di esserci smarriti in pieno oceano in mezzo ad acque sconosciute, circondati dal nulla; come potremmo orientarci e ritrovare la rotta verso casa, vista l’ovvia assenza di GPS o di qualunque altro sistema di navigazione satellitare? La risposta è semplice: ci si può orientare in base alla posizione delle stelle fisse. Già, le chiamiamo stelle fisse, perché (a meno dei movimenti apparenti dovuti ai moti di rotazione e di rivoluzione terrestre) rimangono sempre ferme nel cielo, senza spostarsi né mutare...
La supersupersuperluna del 14 novembre 2016

L'orbita della Luna è un'ellisse di cui la Terra, dalla famosa legge di Keplero, occupa uno dei due fuochi con la conseguenza che a volte il nostro Satellite sarà più vicino a noi nel punto definito PERIGEO a circa 356.000 km,  mentre all'APOGEO,  massima distanza si troverà a poco più di 406.000 km.
La possibile coincidenza di una Luna Piena in prossimità delle opposte posizioni determinerà quindi un diametro apparente diverso per  chi la osserva dal nostro Pianeta.
Questa differenza è solo del 14 per cento misurandone...

Oscure lettere nel cielo
Una splendida lettera nel cielo, scritta in un elegante stampatello maiuscolo utilizzando un inchiostro nero su un foglio costituito da centinaia di stelle di ogni colore, età e dimensione: questo è ciò che è possibile vedere puntando il nostro sguardo in direzione della costellazione dell’Aquila, a poca distanza dalla luminosissima Altair. La nebulosa B 143, visibile nel dettaglio nella fotografia riportata qui accanto, assieme alla vicina B 142 costituisce infatti la cosiddetta “E di Barnard”, apprezzabile nella sua interezza nella seconda immagine...
SN 2016gxp: esplosione in diretta... o forse no?
La costellazione di Andromeda è sempre un ottimo luogo per provare ad osservare una galassia, specialmente in questi giorni. No, non stiamo parlando delle famosa M31, la nostra “vicina di casa” spaziale nonché unico oggetto al di fuori della Via Lattea visibile ad occhio nudo; ci stiamo riferendo ad ungalassia molto più lontana, la NGC 51.

Scoperta nel 1885, questa piccola e tenue galassia lenticolare (situata una decina di gradi a NW di M31 è circondata da numerose altre galassie...
Grande Giove !
Nel sistema solare esiste un mondo così grande che potrebbe contenere oltre 1’300 pianeti grandi come la Terra  (vedi Foto 1); lassù si concentra oltre il 70% della massa non solare del nostro sistema che attrae con estrema intensità tutto ciò che gli passa accanto: infatti possiede oltre 60 satelliti ed una corte di parecchie centinaia di migliaia di piccoli asteroidi nei 2 punti lagrangiani a 60° dal pianeta (detti asteroidi greci o troiani a secondo se lo precedono o seguono  lungo l’orbita).  Là i compleanni avvengono con una...
Ombre sul Sole
Fotografare un transito della Stazione Spaziale Internazionale in pieno giorno? E’ un’impresa possibile! Come noto, la ISS è un oggetto estremamente semplice da osservare durante la notte: con le sue 420 tonnellate di metallo distribuite su una superficie maggiore di quella di un campo da calcio, la stazione riflette in maniera veramente eccellente i raggi solari; se aggiungiamo poi il fatto che dista da noi soltanto 400 Km, il risultato finale è un oggetto luminosissimo, una “stella” che si muove rapida nel cielo e la cui magnitudine può addirittura...
Moon dogs
Il trittico è completato: diciannove mesi dopo avere immortalato i fedeli amici del Sole (si veda questa news), e quattro mesi dopo avere ripreso anche l’alone lunare (si veda questa news) il 20 giugno 2016 esattamente al Solstizio, finalmente anche la Luna ha mostrato i suoi cagnolini, ovvero due macchie luminose diametralmente opposte alla Luna alla distanza di una spanna (22° per la precisione).I cani della Luna, detti anche paraseleni, sono un fenomeno assai raro che si verifca in condizioni particolari di umidità e temperatura con nubi/cirri in alta quota (5-10 km)....
M5: l'ammasso dei record
“Una meravigliosa nebulosa, scoperta tra la Bilancia e il Serpente”. Con queste parole, nel 1764, il celebre astronomo Charles Messier descrive il quinto oggetto del suo famoso catalogo. Già, un nebulosa; perché se osservato attraverso uno strumento poco raffinato, questo oggetto appare ad un ignaro osservatore come una candida nuvoletta bianca tondeggiante che può essere facilmente scambiato per una nebulosa planetaria. Bisogna aspettare tre decadi e l’arrivo di un altro gigante dell’astronomia, William Herschel, per scoprire...
Grazie, grazie, grazie !
Lo staff dell’ Osservatorio Astronomico Sormano è stupito dalla grandissima affluenza di visitatori che si sono alternati durante le giornate di apertura dedicate alle stelle cadenti. Tantissimi appassionati, semplici curiosi, famiglie con bambini , turisti stranieri e non hanno potuto osservare attraverso i nostri strumenti il Sole, la Luna ed il pianeta Saturno.

Peccato per il forte vento e le nuvole che hanno creato qualche disagio nella serata del 10 agosto. Serata che è stata resa affascinante dai lontani fulmini tra le nuvole di un temporale sulle prealpi...
Onde gravitazionali
La gravità è una delle quattro interazioni fondamentali (le altre sono la nucleare debole, elettromagnetica e la nucleare forte), è quella più debole e che interviene solo su scala macroscopica e determina la forma e i moti sulla Terra e nell’universo (si veda l’approfondimento a questo link: Per tutti i bosoni). La teoria che meglio descrive la gravità è la teoria della relatività di Einstein, In base alla quale si può pensare alla gravità come una conseguenza della curvatura dello spazio-tempo (un modello matematico che...