Osservatorio Astronomico Sormano

Localita' Colma del Piano - 22030 Sormano (CO) Italy


Osservatorio Logo 25anni
Foto header Osservatorio Sormano
Lo strano Outbrust della 41P
Continua il periodo favorevole all’osservazione a alla ripresa di comete: dopo la 2P/Encke, la 45P/Honda e la V2 Johnson (si vedano gli altri articoli nella sezione News dell’Osservatorio), ora è il turno della 41P/Tuttle – Giacobini – Kresàk. Si tratta di una periodica appartenente anch’essa al gruppo delle comete gioviane, avendo un afelio posto a 5 unità astronomiche dal Sole (per confronto, quello di Giove è situato a 5,5) e un periodo di rivoluzione di 5 anni e mezzo circa.

Questa cometa...
Shakhovskoj, l'intruso
L'astrofotografo deve spesso fare i conti con le avverse condizioni meteo ma anche quando il tempo è perfetto c'è sempre qualcosa che gli rende la “vita” difficile. Quante volte al termine di una lunga esposizione necessaria a registrare la debole luce proveniente da una lontanissima galassia l'immagine scaricata dal CCD risulta danneggiata da una marcata riga dovuta al passaggio un satellite artificiale o da un'aereo di linea ? Oppure sembrava tutto perfetto ed invece una raffica di vento ha peggiorato la qualità del seeing così da rendere poco nitida o...
Le comete 45P e Johnson
Scoperta nel dicembre del 1948 dall’astronomo giapponese Minoru Honda, la 45P appartiene alla cosiddetta famiglia delle comete gioviane, oggetti periodici con un afelio posto in prossimità dell’orbita di Giove e dotate di un periodo di rivoluzione pari o inferiore a vent’anni.

In questi giorni si muove tra le stelle della costellazione del Leone ed è visibile solo con l'uso di un buon telescopio.

La 45P, in particolare, torna a farci visita ogni cinque anni circa; dopo il passaggio al perielio lo scorso 31 dicembre, la cometa ha continuato...
2P Encke
La cometa 2P/Encke, una periodica di cortissimo periodo che torna a farci visità ogni 3 anni. La Encke è, con un piccolo gioco di parole, una cometa interessante per la storia e dalla stora interessante. Come suggerito dalla sigla (2P) si tratta infatti della seconda cometa per la quale è stata riconosciuta la periodicità, fornendo così un’importante conferma alle nuove teorie nate dopo che Edmond Halley ha predetto con successo il ritorno dell’omonimo oggetto nel 1759. Ma raggiungere tale conquista non è stato facile; la Encke fu scoperta nel...
Una nursery a forma di pellicano
Nella foto accanto è raffigurato uno splendido dettaglio della Pelican Nebula, la Nebulosa Pellicano, così chiamata per via della peculiare forma che ricorda il becco dell’omonimo uccello più facilmente identificabile nella foto a corredo in BN a largo campo, unitamente alla famosa Nord America. Insieme costituiscono forse l'area di cielo più fotografata dagli astrofili non solo a causa del loro aspetto curioso ma anche per la posizione strategica in cui si trovano facilmente localizzabile grazie a Deneb, la stella più luminosa della costellazione del Cigno...
ABELL 39, una gigantesca planetaria
La morte di una stella è un evento altamente spettacolare; le modalità in cui questa avviene variano a seconda delle dimensioni dell’astro. Quando una stella di massa compresa tra 0,8 e 4 volte quella Sole giunge al termine della sua vita, essa espelle i suoi strati più esterni nello spazio; il suo nucleo e gli strati interni, invece, iniziano a contrarsi sotto l’azione dell’elevatissima forza di gravità dando vita ad una nana bianca attorno alla quale si raccoglie una nube costituita dal materiale eiettato precedentemente: essa è ciò...
La stella fuggitiva di una nebulosa fiammeggiante
Immaginiamo di essere degli esploratori del medioevo e di esserci smarriti in pieno oceano in mezzo ad acque sconosciute, circondati dal nulla; come potremmo orientarci e ritrovare la rotta verso casa, vista l’ovvia assenza di GPS o di qualunque altro sistema di navigazione satellitare? La risposta è semplice: ci si può orientare in base alla posizione delle stelle fisse. Già, le chiamiamo stelle fisse, perché (a meno dei movimenti apparenti dovuti ai moti di rotazione e di rivoluzione terrestre) rimangono sempre ferme nel cielo, senza spostarsi né mutare...
Oscure lettere nel cielo
Una splendida lettera nel cielo, scritta in un elegante stampatello maiuscolo utilizzando un inchiostro nero su un foglio costituito da centinaia di stelle di ogni colore, età e dimensione: questo è ciò che è possibile vedere puntando il nostro sguardo in direzione della costellazione dell’Aquila, a poca distanza dalla luminosissima Altair. La nebulosa B 143, visibile nel dettaglio nella fotografia riportata qui accanto, assieme alla vicina B 142 costituisce infatti la cosiddetta “E di Barnard”, apprezzabile nella sua interezza nella seconda immagine...
Grande Giove !
Nel sistema solare esiste un mondo così grande che potrebbe contenere oltre 1’300 pianeti grandi come la Terra  (vedi Foto 1); lassù si concentra oltre il 70% della massa non solare del nostro sistema che attrae con estrema intensità tutto ciò che gli passa accanto: infatti possiede oltre 60 satelliti ed una corte di parecchie centinaia di migliaia di piccoli asteroidi nei 2 punti lagrangiani a 60° dal pianeta (detti asteroidi greci o troiani a secondo se lo precedono o seguono  lungo l’orbita).  Là i compleanni avvengono con una...
Moon dogs
Il trittico è completato: diciannove mesi dopo avere immortalato i fedeli amici del Sole (si veda questa news), e quattro mesi dopo avere ripreso anche l’alone lunare (si veda questa news) il 20 giugno 2016 esattamente al Solstizio, finalmente anche la Luna ha mostrato i suoi cagnolini, ovvero due macchie luminose diametralmente opposte alla Luna alla distanza di una spanna (22° per la precisione).I cani della Luna, detti anche paraseleni, sono un fenomeno assai raro che si verifca in condizioni particolari di umidità e temperatura con nubi/cirri in alta quota (5-10 km)....
Onde gravitazionali
La gravità è una delle quattro interazioni fondamentali (le altre sono la nucleare debole, elettromagnetica e la nucleare forte), è quella più debole e che interviene solo su scala macroscopica e determina la forma e i moti sulla Terra e nell’universo (si veda l’approfondimento a questo link: Per tutti i bosoni). La teoria che meglio descrive la gravità è la teoria della relatività di Einstein, In base alla quale si può pensare alla gravità come una conseguenza della curvatura dello spazio-tempo (un modello matematico che...