Osservatorio Astronomico Sormano - Sormano (CO) Italy

Guardate bene questi filmati.
Mostrano due regioni del cielo stellato della notte del 29 ottobre 2010, riprese con una telecamera collegata al telescopio di 15 cm di diametro dell’osservatorio di Sormano.
In entrambi si vede una lucina transitare tra le stelle. L’oggetto in movimento è un asteroide, siglato 2003 UV11, che proprio quella notte ha avuto un passaggio ravvicinato al nostro pianeta. Mentre la telecamera lo riprendeva, si trovava a circa 1 milione e mezzo di chilometri da noi, pari a cinque volte la distanza Terra-Luna.

Le sue dimensioni, a differenza di altri asteroidi che si sono avvicinati a noi in questo mese di ottobre (come quello descritto nella news precedente), sono di tutto rispetto, avendo un diametro di ben 700 metri!
Se un oggetto di queste dimensioni ci colpisse, scatenerebbe un’energia pari all’esplosione di centinaia di bombe atomiche!
Chi di voi ha visto il film Deep-Impact può farsi un’idea delle conseguenze di un tale impatto. Vi ricordate la trama del film?
Alcuni astronauti tentano di far saltare una cometa, perché si sta schiantando sulla Terra. All’inizio l’impresa non riesce e, anzi, ottengono il solo risultato di spezzare in due parti la cometa, entrambe micidiali.
Ebbene, la parte che cadrà nell’oceano, provocando un’onda gigantesca che, tra l’altro, spazzerà via New York, ha le dimensioni proprio di 2003 UV11!

Ma, ancora una volta, non preoccupiamoci, poiché anche quest’ultimo asteroide del mese di ottobre per noi non rappresenta una reale minaccia. Divertiamoci quindi a riprenderlo con fotocamere o telecamere, come se fosse una vera star (stella!) del cinema!

Due immagini dell’asteroide 2003 UV11, catturate con il telescopio da 50 cm dell’osservatorio di Sormano.
Mostrano il veloce movimento del corpo celeste rispetto alle stelle di sfondo.









Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie.

Maggiori Informazioni chiudi