Osservatorio Astronomico Sormano - Sormano (CO) Italy

Quello che sembra un serpente scuro allungato sulla sabbia del deserto altro non è che un getto di gas caldissimo a forma di arco, ben visibile sopra la superficie del Sole con il telescopio solare dell’osservatorio, in questi giorni di ottobre.

Non potendo apprezzare la sua forma arcuata, perché lo stiamo osservando proiettato sul disco della nostra stella, il suo aspetto è quello di un nastro filamentoso, da qui il nome di “filamento” attribuito a questo tipo di fenomeno.

Appare scuro perché il gas al suo intero è più freddo di quello sottostante, mentre apparirà come una “protuberanza luminosa” quando il Sole, a causa del suo moto di rotazione, ce lo mostrerà sul bordo.

La lunghezza di questo filamento è impressionate: circa 500 mila chilometri, vale a dire quasi il doppio della distanza Terra-Luna!

E’ costituito da idrogeno trasformato in un plasma per l’elevata temperatura, cioè è nel cosiddetto quarto stato di aggregazione della materia. Un plasma, a differenza di un gas ordinario, può essere confinato da un campo magnetico, poiché è formato da particelle elettricamente cariche.

Sono proprio i campi magnetici solari, particolarmente intensi in prossimità delle macchie solari, che tengono il filamento per lungo tempo, per così dire, “sospeso”, impedendogli di ricadere sulla superficie del Sole.

Tuttavia, con il passare dei giorni, smette di “galleggiare” e precipita poco per volta generando una serie di violente esplosioni, chiamate “brillamenti”. Due di questi si presentano nell’immagine come chiazze biancastre posizionate proprio sopra delle macchie solari.

I brillamenti scagliano fasci di elettroni e protoni nello spazio che, se dovessero colpire il nostro pianeta, potrebbero causare danni ai satelliti artificiali, disturbi nelle telecomunicazioni, e interruzioni nella distribuzione dell’energia elettrica.

Fortunatamente questa volta i fasci di particelle non sono diretti verso il nostro pianeta!

Pertanto, nei prossimi giorni, potremo usare tranquillamente i nostri cellulari, vedere la TV e fidarci del navigatore satellitare della nostra auto.

Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie.

Maggiori Informazioni chiudi