Osservatorio Astronomico Sormano - Sormano (CO) Italy

Dopo una prima metà di gennaio di quiete quasi assoluta, negli ultimi giorni il nostro Sole ha finalmente iniziato a mostrare i primi segnali di risveglio di questo 2015. Nell’ultima settimana, infatti, si è potuto registrare il primo vero incremento dell’attività solare di questo nuovo anno. Questa ripresa è stata testimoniata dal repentino aumento del numero di macchie solari presenti sulla cromosfera, che tra il 26 e il 27 gennaio sono quasi raddoppiate passando da 65 a 110.

Tra queste macchie (che ricordiamo, possono essere utilizzate come riferimento per monitorare lo stato di salute del nostra stella) spiccano le due denominate 2277 (visibile nella foto) e 2268. Queste due regioni sono particolarmente attive, e negli ultimi giorni l’energia da loro accumulata ha dato vita a ben otto brillamenti di classi M, con un massimo di M2,4 il 30 gennaio. Fortunatamente, nessuna di queste esplosioni ha provocato i tanto famigerati CME, le espulsioni di massa coronale che possono disturbare le telecomunicazioni terrestri. E’ inoltre aumentata l’attività magnetica della nostra stella, con l’indice geomagnetico “a” (uno dei parametri più importanti per questo tipo di misure) che in alcuni momenti ha raggiunto valori prossimi a 80, contro una media mensile intorno a 20.

L’attuale ciclo solare, dunque, continua a confermarsi uno dei più bizzarri di sempre, e il nostro osservatorio continuerà a contribuire al suo monitaraggio sia tramite riprese dirette che attraverso misure con la strumentazione per la misura dei VLF.

Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie.

Maggiori Informazioni chiudi