Osservatorio Astronomico Sormano

Localita' Colma del Piano - 22030 Sormano (CO) Italy


Osservatorio Logo 25anni
Foto header Osservatorio Sormano
<< Torna alla galleria
Non solo stelle
pubblicato il: 31 maggio 2012

Ormai ci siamo abituati. La domenica, puntuale, arriva il brutto tempo.
Ma questa volta, dopo un forte acquazzone, il cielo ci ha regalato uno splendido arcobaleno doppio proprio sopra la conca di Sormano. Come è ben noto gli arcobaleni si formano quando la luce solare attraversa piccole gocce d’acqua in sospensione nell’aria dopo la pioggia.

In queste condizioni la luce del sole, che normalmente ci appare bianca, entrando nella goccia subisce una prima rifrazione, poi raggiunge il fondo della goccia dove una parte della luce viene riflessa ed infine esce dalla goccia subendo una seconda rifrazione, il risultato che si vede è l’arcobaleno formato dalla divisione delle varie componenti della luce, con all’interno la luce violetta e all’esterno quella rossa. La parte interna dell’arcobaleno è più luminosa di quella all’esterno perché alcuni raggi luminosi vengono riflessi all’interno della goccia con angoli ristretti che in uscita si sommano e danno ancora luce bianca concentrata però nel centro dell’arcobaleno.

Nelle due immagini a fianco si nota anche la formazione di un arcobaleno secondario, questo perché in particolari condizioni la luce all’interno della goccia d’acqua subisce due riflessioni prima di uscire, quindi si ottengono due arcobaleni, un primario (dovuto alla prima riflessione) più intenso e un secondario (derivante dalla seconda riflessione) meno intenso con i colori invertiti. Da notare inoltre tra il primario e il secondario un’area più scura, chiamata Banda di Alessandro, dovuta allo stesso fenomeno che causa la concentrazione di luce all’interno del primario, solo che nel secondario (che funziona “al rovescio” rispetto al primario) la luce bianca viene deviata verso l’esterno dell’arcobaleno lasciando la zona tra i due archi più scura.