Osservatorio Astronomico Sormano

Localita' Colma del Piano - 22030 Sormano (CO) Italy


Osservatorio Logo 25anni
Foto header Osservatorio Sormano
<< Torna alla galleria
Sole dai riccioli d'oro
pubblicato il: 26 settembre 2011
Guardando queste stupende immagini del Sole non verrebbe voglia di canticchiare “Madonnina dai riccioli d’oro” la bella e folcloristica canzone?

L'ha scolpita in un tronco d'abete
un bel pastorello.
Dall'altare di quella cappella
che guarda la valle
Poi qualcuno colori e pennello
l'ha un dì pitturata:
Ora è simbolo d'ogni viandante
che passa di là.

Chi ha scolpito e colorato la nostra stella, in particolare i bellissimi e un po’ capricciosi riccioli dorati visibili sul bordo del Sole?

A pettinare la chioma del Sole è il suo intricato campo magnetico che modella le protuberanze: i getti di idrogeno incandescente espulsi come gigantesche fiammate.

Mentre la Madonnina della canzone è il simbolo dei viandanti, il Sole è il simbolo della nostra vita: passata, presente e futura. La sua luce infatti è vita e non solo; il Sole ci permette di comprendere anche come funziona l’universo, essendo una stella, anche se a guardarlo questo disco giallastro ci sembra così diverso dalla altre stelle puntiformi che vediamo luccicare la notte.

Non dimentichiamo: il Sole è soltanto una delle duecento miliardi di stelle che popolano la nostra galassia, la Via Lattea. E ci sono cento miliardi di galassie come la nostra!

Non è neppure una stella tanto speciale: è una nana gialla, una stella comune, poca cosa in confronto alle più blasonate stelle giganti, pulsanti e ai buchi neri che popolano il cosmo.

Ma è la stella che, essendo a noi più vicina, possiamo studiare in dettaglio. Si scopre così che le stelle si trovano in un delicato equilibrio: da un lato c’è la forza di gravità, che tende a contrarle; dall’altro c’è una forza che spinge verso l’esterno. Verrà un giorno, per nostra fortuna lontano, in cui il Sole, a cui dobbiamo la vita, non si dimostrerà più nostro amico, perché, morendo, diventerà instabile e gonfiandosi a dismisura ci incenerirà con i suoi caldissimi gas.

Per ora non è comunque il caso di allarmarci più di tanto visto che la nostra stella dai riccioli d’oro, essendo giunta alla mezza età (ha circa 5 miliardi di anni e gliene restano altri cinque da vivere) vivrà ancora a lungo e poi, visti i tempi, non è il caso di aggiungere altre angosce esistenziali a quelle che già abbiamo!