Osservatorio Astronomico Sormano

Localita' Colma del Piano - 22030 Sormano (CO) Italy


Osservatorio Logo 25anni
Foto header Osservatorio Sormano
<< Torna alla galleria
NGC 206
pubblicato il: 20 settembre 2013

Quando pensiamo ad una 'fabbrica di stelle' il nostro istinto tende a farci rimanere all’interno della nostra galassia, guidando il nostro sguardo verso regioni come la nebulosa Testa di Cavallo presente nella costellazione di Orione o verso il Complesso Molecolare di Cefeo (al cui interno spiccano oggetti come la Iris Nebula).

Tuttavia è bene non limitarsi alla nostra Via Lattea, poiché zone analoghe esistono anche altrove: un esempio è costituito da NGC 206, appartenente alla Galassia di Andromeda (o M 31) situata a circa 2,5 milioni di anni-luce da noi. Questo oggetto è stato scoperto nel 1786 dall’astronomo anglo-tedesco William Herschel; si tratta di un ammasso aperto, ossia di un insieme di stelle relativamente vicine tra loro che sono nate tutte nello stesso periodo a partire dalla medesima nube di gas e polveri.

Le oltre 300 stelle che costituiscono NGC 206 sono molto giovani (strutture di questo tipo hanno solitamente poche decine di milioni di anni), e quindi sono massicce, calde e soprattutto molto luminose, cosa che lo rende l’ammasso più brillante visibile in M 31; esse inoltre sono molto raggruppate tra di loro in quanto ancora legate dalle reciproche attrazioni gravitazionali.

Facendo un esempio più concreto, se immaginiamo una stella come se fosse una casa allora questo ammasso sarebbe l’analogo di una grossa e moderna città, i cui edifici sono stati progettati tutti dallo stesso architetto e costruiti dalla stessa impresa edile. NGC 206 è una delle regioni di formazione stellare più vaste e attive non solo della Galassia di Andromeda, ma di tutto il Gruppo Locale, ossia la "famiglia spaziale" costituita da più di 50 galassie tra le quali annoveriamo la nostra Via Lattea, M 31 e le due Nubi di Magellano. Si tratta quindi di una zona privilegiata dove studiare la nascita di nuove stelle.