Osservatorio Astronomico Sormano

Localita' Colma del Piano - 22030 Sormano (CO) Italy


Osservatorio Logo 25anni
Foto header Osservatorio Sormano
<< Torna agli approfondimenti
Flare e Protuberanze
pubblicato il: 23 luglio 2012

Lo scorso 13 luglio sulla nostra Stella è avvenuto un potente brillamento (flare) di classe X1.4. Osservato in luce visibile un brillamento è solitamente paragonabile ad un' area molto chiara in prossimità di una macchia solare. In pochi minuti questa area si estende , come una grande esplosione, fino ad un diametro tale da poter contenere più volte il nostro Pianeta, lanciando nello spazio una gran quantità di energia e materia.

L'energia, sotto forma di onde elettromagnetiche (radio, luce, raggi X) raggiunge la Terra in circa 500 secondi. I raggi X modificando le condizioni di ionizzazione della ionosfera sono stati rilevati all'Osservatorio di Sormano, misurando l'intensità dei segnali radio in onde lunghissime VLF.

La materia lanciata nello spazio (soprattutto protoni) viaggia a velocità più bassa e raggiunge la Terra 36 ore dopo dando luogo a tempeste magnetiche ed aurore boreali.
E' costituita da plasma (gas ionizzato, soprattutto idrogeno) trasportando “congelato con esso” il campo magnetico da cui si è staccato.
Quando l'energia rilasciata e molto grande, la nuvola di plasma raggiungendoci può provocare guasti ai satelliti artificiali in orbita oppure creare disturbi alle telecomunicazioni fino a danneggiare le linee di distribuzione dell'energia elettrica.

Per effetto della rotazione del Sole, l'area molto attiva ed interessata da questi potenti fenomeni, si è portata al bordo del disco solare ed il 19 luglio, proprio sopra quest'area, abbiamo ripreso con uno speciale filtro Halfa una sequenza di spettacolari protuberanze ad arco alte quasi 100 mila chilometri, otto volte il diametro del nostro Pianeta.
In questi grandi archi di fuoco, il gas ionizzato ad alta temperatura si muove seguendo le linee del campo magnetico. Nella sequenza si può notare che il campo magnetico non è statico. Nei novanta minuti trascorsi tra la prima e l'ultima immagine si modifica parecchio e la materia incandescente ne segue le variazione stesse .

Tieniti sempre aggiornato sui principali avvenimenti Astronomici !!
News, Approfondimenti, la Galleria Fotografica ed inoltre il calendario delle Aperture e degli Eventi.
Iscriviti alla nostra newsletter.