Osservatorio Astronomico Sormano

Localita' Colma del Piano - 22030 Sormano (CO) Italy


Osservatorio Logo 25anni
Foto header Osservatorio Sormano
<< Torna agli approfondimenti
Moon dogs
pubblicato il: 14 settembre 2016
Il trittico è completato: diciannove mesi dopo avere immortalato i fedeli amici del Sole (si veda questa news), e quattro mesi dopo avere ripreso anche l’alone lunare (si veda questa news) il 20 giugno 2016 esattamente al Solstizio, finalmente anche la Luna ha mostrato i suoi cagnolini, ovvero due macchie luminose diametralmente opposte alla Luna alla distanza di una spanna (22° per la precisione).

I cani della Luna, detti anche paraseleni, sono un fenomeno assai raro che si verifca in condizioni particolari di umidità e temperatura con nubi/cirri in alta quota (5-10 km). Come per il Sole, a volte i cristalli esagonali di ghiaccio atmosferici si allineano in direzione verticale in maniera tale che i raggi siano deviati preferibilmente in direzione orizzontale: l’angolo di rifrazione dipende dalla lunghezza d’onda della luce e varia di circa il 4% dal rosso al blu con un valore minimo di 21.54°, il che dà origine a due finte lune con pallidi colori rosati al centro e blu all’esterno. Il fenomeno è più raro rispetto al parelio, perchè l’intensità della luce lunare è molto bassa, essendo il Sole circa 400'000 volte più luminoso della Luna piena ed inoltre si può verificare solo con una fase avanzata entro pochi giorni dalla Luna piena (nel caso qui fotografato la Luna era piena illuminata al 100%).

I pallidi colori dei cani lunari sono difficili da percepire per l’occhio umano, perchè la loro intensità è così debole da non attivare i coni responsabili della visione fotopica (si veda questo approfondimento).

La foto coi palazzi è stata scattata a Milano dall’astrofilo Luigi Fontana, mentre le altre da Renato Peruffo co-fondatore del Gruppo Amici del Cielo, il quale ha utilizzato una fotocamera reflex con 60 mm di focale con f 5/6 e 1600 ISO: si vede anche l’arco lunare, assai debole in verità, ripreso con una focale da 200 mm

Un’analisi attenta delle foto mostra che la Luna si trovava al momento dello scatto, nella costellazione del Sagittario, mentre ad Ovest si notano alcune stelle dello Scorpione oltre a Saturno e Marte.

L’osservazione del cielo, mostra sempre qualcosa di nuovo ed intrigante: anche una banale serata di luna piena (o quasi) con svariate velature, ci ha offerto uno spettacolo degno di nota e assai raro!
Tieniti sempre aggiornato sui principali avvenimenti Astronomici !!
News, Approfondimenti, la Galleria Fotografica ed inoltre il calendario delle Aperture e degli Eventi.
Iscriviti alla nostra newsletter.